salta la barra Società Risorse Spa  Comune di Prato  Nuova IMU  Nuova IMU principali novità

Nuova IMU: Nuova IMU principali novità




Nuova IMU principali novità

La nuova IMU è stata introdotta con la Legge 160 del 27/12/2019, di seguito le principali novità:
- Abrogazione della TASI, la tassa sui servizi indivisibili, di fatto accorpata alla nuova IMU
- Viene introdotta la figura del genitore affidatario (quindi anche per le coppie non coniugate), al posto dell’ex coniuge che torna a pagare l’ IMU in assenza di figli minori.
- A partire dall’anno 2021, per una sola unità immobiliare a uso abitativo, non locata o data in comodato d'uso, posseduta in Italia a titolo di proprietà o usufrutto da soggetti non residenti nel territorio dello Stato che siano titolari di pensione maturata in regime di convenzione internazionale con l'Italia, residenti in uno Stato di assicurazione diverso dall'Italia, l'imposta municipale propria di cui all'articolo 1, commi da 739 a 783, della legge 27 dicembre 2019, n. 160, è applicata nella misura della metà.
- La dichiarazione della NUOVA IMU viene riportata al 30 giugno. La novità principale riguarda gli enti non commerciali che hanno l’obbligo annuale della presentazione della dichiarazione.
- I cosiddetti beni merce tornano tassabili ai fini IMU. Il legislatore precisa che torneranno esenti dal 1° gennaio 2022.
- Per poter beneficiare della riduzione d’ imposta al 50% degli immobili inagibili deve essere stata redatta da un tecnico abilitato, una relazione che attesti la condizione dell’immobile.
- La nuova definizione di terreno agricolo che include anche il terreno non coltivato.

ATTENZIONE, per l'anno 2021 non è dovuta la rata di acconto IMU relativa a:
- immobili adibiti a stabilimenti balneari marittimi, lacuali e fluviali, nonché immobili degli stabilimenti termali;
- immobili rientranti nella categoria catastale D/2 e relative pertinenze, immobili degli agriturismi, dei villaggi turistici, degli ostelli della gioventù, dei rifugi di montagna, delle colonie marine e montane, degli affittacamere per brevi soggiorni, delle case e appartamenti per vacanze, dei bed and breakfast, dei residence e dei campeggi, a condizione che i relativi soggetti passivi, come individuati dall'articolo 1, comma 743, della legge 27 dicembre 2019, n. 160, siano anche gestori delle attività ivi esercitate;
- immobili rientranti nella categoria catastale D in uso da parte di imprese esercenti attività di allestimenti di strutture espositive nell'ambito di eventi fieristici o manifestazioni;
- immobili destinati a discoteche, sale da ballo, night club e simili, a condizione che i relativi soggetti passivi, come individuati dall'articolo 1, comma 743, della legge 27 dicembre 2019, n. 160, siano anche gestori delle attività ivi esercitate.

Per l’anno 2021 è prevista l’esenzione del versamento IMU per le persone fisiche che possiedano un immobile ad uso abitativo, concesso in locazione e che abbiano ottenuto l’emissione di una convalida di sfratto entro il 28/02/2020, la cui esecuzione è sospesa fino al 30/06/2021, oppure che abbiano ottenuto l’emissione di una convalida di sfratto dopo il 28/02/20 la cui esecuzione è sospesa fino al 30/09/2021 o fino al 31/12/2021.

Conferme

- L’abitazione principale continua ad essere esente ad eccezione degli immobili censiti in categoria A/1, A/8 e A/9
- Continua ad operare la riduzione al 50% per gli immobili storici con vincolo diretto, per l’immobile dato in uso gratuito al parente in linea retta e per gli immobili inagibili.
- Confermata la riduzione del 25% d’imposta per gli immobili locati a canone concordato.
- Confermata l’esenzione dei terreni per i coltivatori diretti.
- La scadenza dei versamenti è il 16 giugno e 16 dicembre.




Data ultima revisione dei contenuti della pagina: 01.12.2021